Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Opinioni > Lettera aperta a Roberto Saviano

Lettera aperta a Roberto Saviano

L’ex sindaco Mario Luise scrive allo scrittore a proposito della sua proposta sul sindaco di Castel Volturno

giovedì 15 novembre 2012, di redazione


Caro Roberto,

hai sempre mostrato molto interesse per le sorti di Castelvolturno, e ti sei sempre speso in suo favore, come per tutte le terre di Gomorra. Lo hai fatto anche in occasione della proposta a sindaco di Yvan Sagnet avanzata nel corso della trasmissione “Che tempo che fa” del 5 Novembre 2012. Ancora una volta, ti sei posto dalla parte di Castelvolturno e di una sua rinascita, affiancandoti a quanti già da molti anni - con alterni risultati - lottano tenacemente per questo martoriato Comune. Altro interesse, lo so, non ti sfiora nemmeno.

Ma non sai che Castelvolturno, un sindaco capace e di colore, ce l’ha già. Se tu avessi guardato un poco nel futuro - diciamo nel 2023 - avresti visto che governa Baba Seidu. Ma, francamente, non ti posso precisare da quale anno: chi potrebbe farlo?! E’ un sindaco del quale, firmandomi con il mio anagramma Aromi Seuli, sto raccontando tutti i successi realizzati dopo anni di cattive gestioni e di violenza perpetrata sul nostro litorale, che pure tu hai conosciuto e rievocato per gli anni migliori, quando non era stato ancora aggredito. (A proposito: ti ringrazio - ora per allora - per aver citato me e il mio libro Dal fiume al mare nel corso della trasmissione di “Che tempo che fa” dedicata al tuo Dall’inferno alla bellezza, nel 2009).

Baba Seidu è benvoluto da tutti, lavora qui da vari anni, ed è impegnato nel sociale. Da sempre si è reso promotore di una pacificazione addirittura impensabile pochi anni prima, ed ha preso parte a numerose lotte per i diritti civili e per l’ambiente. Non ha avuto designazioni o investiture di sorta (la gente, si sa, non le gradisce, e nemmeno lui), ma ha partecipato alle primarie, e ha vinto le elezioni - finalmente trasparenti - in modo trionfale. E’ stato scelto e votato perché ha dimostrato di poter essere un amministratore capace e determinato. La Giunta è multirazziale. Ma questo è un dettaglio che appartiene ad una vecchia mentalità ormai superata, non essendovi più steccati tra la tante razze che popolano il territorio.

Non sto a raccontarti tutto ciò che, unitamente ad una nuova classe dirigente di amministratori - saranno certamente i giovani di oggi! - ha realizzato, perché è veramente molto, e mi fa tanta invidia: è proprio tutto ciò che io avrei voluto ancora realizzare se avessi avuto più tempo e più collaborazione. Ha affrontato tantissimi problemi - e molti li ha pure risolti - causa della nostra angoscia di questi ultimi anni tristi: dal ripristino della legalità, alla lotta alla camorra; dalla regolamentazione urbanistica, al risanamento del territorio; dal rilancio del turismo, alla piena occupazione; dal disinquinamento, al recupero delle acque, ecc…

La cosa che più mi affascina, perché è simbolica, è Piazza dei Popoli, uno spazio internazionale realizzato al Lago Patria, al centro del quale spicca un Monumento alla pace dedicato ai sei ghanesi trucidati dalla camorra nel 2008. Non posso raccontarti tutto, ma potrai farti un’idea di quello che ha realizzato questo nuovo cittadino di Castelvolturno, se avrai la benevolenza di leggere uno dei “resoconti dal futuro” di Aromi Seuli, che ti invio in allegato.

Lo so, mi dirai che sono un po’ visionario, ma non fa niente. Con tanta cordialità.

Mario Luise
(Ex sindaco di Castelvolturno)

Novembre 2012

Rispondere all'articolo

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout