Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > Pd, guerra interna: Vitale commissaria lo "Jotti"

Pd, guerra interna: Vitale commissaria lo "Jotti"

Sarà Gaetano Esposito di Maddaloni il nuovo responsabile in vista delle tornate elettorali

mercoledì 21 gennaio 2015, di Peppe Florio


GRAZZANISE – Proprio nelle ultime ore Teresa Cerchiello aveva diffuso un documento in cui, punto per punto, spiegava tutta la procedura che, attraverso la commissione regionale di garanzia e l’annullamento del congresso convocato il 31 maggio scorso dal segretario provinciale Raffaele Vitale, l’aveva vista ritornare segretaria, e quindi questa deve essere stata una vera e propria doccia fredda: nel pomeriggio, infatti, Vitale ha deciso di commissariare il circolo Pd “Nilde Jotti”. Ad assumere la carica di responsabile politico e organizzativo sarà, con effetto immediato, Gaetano Esposito, consigliere comunale e presidente della commissione di garanzia e controllo del comune di Maddaloni, che si ritroverà ad avere a che fare con una realtà certo non facile.

Nei 6 punti del dispositivo, Vitale motiva la propria decisione: ingestibile situazione del circolo locale degli ultimi mesi; delegittimazione, nel suo complesso, dell’immagine del partito; una serie di anomalie politiche ed organizzative rilevate nella gestione quotidiana dell’attività del circolo; continui ricorsi e problemi personali tra i singoli esponenti del circolo, che sono andati ben aldilà dell’ammissibile dialettica interna; totale mancanza di chiarezza della platea assembleare e degli organismi dirigenti; una campagna adesioni amministrata da un segretario e da un corpo dirigente dichiarati non correttamente insidiati (Rosario Ciliento e la sua dirigenza, insediatasi con un congresso convocato da Vitale e annullato dalla commissione di garanzia regionale lo scorso 12 dicembre ndr) da un dispositivo della commissione di garanzia regionale, la quale ha evidenziato vizi di forma nella sfiducia prodotta nei confronti del precedente segretario. Alla base del commissariamento, ci sarebbe dunque la lunga querelle che già da prima del 2 febbraio scorso anima il circolo, con tutte le vicende che ne sono derivate, e anche le varie denunce per minacce e diffamazione culminate, proprio alcuni giorni fa, con la richiesta di espulsione per Giovanni Abbate, vicino alla Cerchiello, da parte di 7 iscritti, con tutti gli annessi danni di immagine che questa serie di avvenimenti hanno comportato al circolo. Il responsabile sarà chiamato quindi a riportare l’ordine, anche in vista della doppia tornata elettorale, regionale locale, a cui il Partito a Grazzanise si presenta in condizioni certo non buone.

La notizia del commissariamento è stata diffusa dall’ex segretario Ciliento, che certo non fa i salti di gioia per il dispositivo, di fronte al quale il circolo non fa una bella figura, ma che certo l’ha presa meglio della Cerchiello e del suo gruppo.

Dalla sua, infatti, il gruppo vicino alla brezzana - che considera quello del segretario Vitale un dispositivo “ad orologeria”, arrivato proprio quando la commissione regionale aveva reinsediato l’ex segretaria - appena ha ricevuto il dispositivo ha preparato un controrisposta e ha già annunciato il proprio ricorso alla segretaria regionale Assunta Tartaglione e alla commissione regionale di garanzia. Stando a voci, al momento non confermate, la segretaria regionale potrebbe applicare i poteri sostitutivi, ai sensi dell’articolo 17 dello Statuto nazionale Pd, per l’inadempimento, da parte di Vitale, alle direttive della commissione di garanzia regionale. Tra le altre accuse mosse a Vitale anche quella di incompatibilità della carica di sindaco e quella di segretario provinciale, ai sensi dell’articolo 28 comma 5 dello statuto del Pd Campania, secondo il quale "Sono incompatibili alla carica di Coordinatore di circolo, di Coordinatore comunale, di Segretario provinciale e di Segretario regionale i sindaci, gli assessori regionali, provinciali e comunali, i presidenti di enti pubblici e misti in carica al momento della presentazione delle candidature".

Peppe Florio

Rispondere all'articolo

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout