Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > LiberaMente e Città Normale sugli accordi elettorali

LiberaMente e Città Normale sugli accordi elettorali

mercoledì 10 febbraio 2010, di redazione


CASTELVOLTURNO - Sulle innumerevoli indiscrezioni rimbalzate sulla stampa circa un eventuale accordo elettorale tra l’UDC e i movimenti civici LiberaMente e Città Normale che sostengono, insieme ad Alleanza di Centro e al Movimento per le Autonomie, la candidatura a sindaco dell’avv. Ferdinando Letizia, sono intervenuti con una nota congiunta Antonio Leone, vicepresidente di LiberaMente e Mario Cassandra, portavoce di città Normale, che hanno dichiarato “non praticabile, per assenza di condizioni progettuali, l’alleanza con l’UDC. La nostra coalizione - affermano entrambi - si pone in discontinuità con l’amministrazione uscente e si configura quale progetto innovativo rispetto al passato e alternativo al bipolarismo tradizionalmente inteso. Da sempre siamo stati aperti al dialogo, anche con alcuni esponenti dello stesso UDC, proprio perché disponibili a coinvolgere nel nostro progetto coloro che si ritrovassero nella nostra stessa linea politica invitandoli intanto, se fosse ancora possibile, ad una maggiore riflessione”.
Si tratta quindi di una presa di posizione da parte della coalizione, che punta a mantenere il progetto nella sua più completa integrità: “Rassicuriamo i nostri amici, simpatizzanti ed elettori sulla fermezza della nostra decisione - affermano ancora - la coalizione è aperta a donne ed uomini che si riconoscono nelle idee fondanti di LiberaMente e Città Normale: la coerenza con le nostre radici ci ha permesso infatti di riconsolidare anche il rapporto, ormai perso, con Alleanza di Centro di Giacomo Napoletano, che ha rivalutato le proprie posizioni, trovando nel nostro schieramento la corretta collocazione politica. Sulla stessa scorta siamo sempre stati disponibili ad un ampio confronto anche con Cittadinanza attiva per Castel Volturno di Carmine Brancaccio e Francesco Cantile; ci uniscono infatti le stesse motivazioni: rinnovamento della classe dirigente, autonomia e alternativa politica. Ci attendiamo - concludono - ove fosse possibile, un’ampia partecipazione dei sostenitori del movimento al nostro progetto”.

Co.sta

Rispondere all'articolo

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout