Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Ambiente > Ambiente: Villano (Ailps) chiede la videosorveglianza

Ambiente: Villano (Ailps) chiede la videosorveglianza

sabato 21 settembre 2013, di redazione


Grazzanise - Nei giorni scorsi abbiamo sottolineato, a commento dell’appello di un nostro assiduo lettore per lo sviluppo del volontariato, il fatto che i volontari, nelle diverse specializzazioni e nei vari settori di attività rappresentano una risorsa insostituibile per la vita di un paese. Abbiamo anche detto che senza i volontari nulla si muove. Tra le poche associazioni presenti sul territorio un posto di rilievo occupa l’AILPS (Ass. italiana Libera Pesca Sport) che opera per la diffusione di una coscienza ecologica, per la salvaguardia delle specie animali, per la valorizzazione del territorio.
All’interno di tale Associazione, riconosciuta come Onlus dalla regione Campania, è da sempre particolarmente attivo Franco Villano, che ha fatto della sezione grazzanisana la sede provinciale e regionale della stessa.
Proseguendo in questo suo impegno, il presidente regionale aggiunge la sua voce a quella di quanti hanno denunciato periodicamente, questo sito in particolare, lo stato miserevole in cui versano i luoghi intorno a Grazzanise, costellati da innumerevoli minidiscariche non piovute dal cielo né disseminate da clan malavitosi ma create unicamente dall’inciviltà e dall’ignoranza.
Villano ha dunque scritto (vedi la lettera in allegato) alla Commissione Straordinaria (G. Migliorelli - G. Quaranta - N. Auricchio) per denunciare il degrado ambientale, anche con l’ausilio di un DVD, e per reiterare due proposte: la realizzazione di un’isola ecologica, sempre invocata e promessa e mai realizzata, e l’installazione di un sistema di videosorveglianza per reprimere gli illeciti ambientali, soprattutto riguardanti le rive del Volturno.

Al di là delle ricorrenti denunce di singoli cittadini e di associazioni e dell’impegno delle istituzioni nel controllo del territorio, è necessario un cambio di mentalità, una presa di coscienza dei rischi legati al degrado, una consapevolezza generale che ogni nostro gesto scorretto contribuisce a danneggiare l’ambiente e in definitiva la nostra vita.

frates

Documenti allegati

Rispondere all'articolo

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout