Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Servizi > Quasi fatta per un punto della Croce Rossa a Grazzanise

Quasi fatta per un punto della Croce Rossa a Grazzanise

giovedì 10 ottobre 2013, di redazione


Grazzanise - In attesa di vedere ripristinato il servizio sanitario presso l’ex asilo nido salutiamo con particolare favore la notizia secondo cui la Croce Rossa si appresterebbe a costituire nel nostro comune una sede operativa della propria organizzazione.
Il 25 settembre scorso si è tenuta a questo scopo una riunione presso la Casa Comunale a cui hanno partecipato i Commissari Straordinari (Giovanni Migliorelli, Gerardo Quaranta, Nicola Auricchio) , il presidente del Comitato Provinciale della CRI, Aniello L. Caracciolo, l’ing. Federico Conte, rappresentanti del Forum dei Giovani e l’ex consigliere Davide Massaro.
Ai Commissari e al rappresentante della CRI è stata espressa la speranza di avere un punto operativo della Croce Rossa, speranza sostenuta da una raccolta di firme tra la popolazione.
I reggitori straordinari del Comune hanno manifestato grande disponibilità a fare la loro parte per la realizzazione del progetto.
La convergenza di intenti tra ente locale, CRI e società civile sembra aver dato i suoi frutti. L’iter per la costituzione di un punto CRI è a buon punto se non addirittura all’ultimo atto.
Sono entusiasta– ha commentato Conte - per l’inizio della procedura di apertura di un punto CRI. Sento il dovere di ringraziare il Forum dei Giovani, l’ex consigliere Massaro e tutte le persone che hanno contribuito con i loro sforzi alla realizzazione di questo importante progetto; Il Presidente Caracciolo ha mostrato subito un forte interesse e non sono stati da meno i commissari straordinari che nella persona del Dr. Migliorelli hanno voluto dare un impulso immediato all’inizio delle attività. Ora – ha proseguito l’ex capogruppo dell’opposizione - è compito dei giovani a cui mi rivolgo calorosamente: fatevi parte attiva del vostro futuro; siate "sale" per la società in cui vivete; non vi lasciate trasportare ma vivete attivamente la vostra parte; vi invito a partecipare tutti a questo importante progetto di volontariato che potrebbe essere anche un progetto pilota da estendere nel tempo ai nostri comuni viciniori. La società civile– ha concluso Conte - e, in generale la politica che la rappresenta, ha bisogno di una sana iniezione di gioventù pronta a sacrificarsi per il bene comune e a operare per migliorare le condizioni di vita principalmente delle fasce più deboli. C’è spazio per tutti e ognuno sarà protagonista nella fase di concretizzazione delle proprie idee. Ogni adesione sarà da esempio per gli altri giovani che saranno così incentivati a partecipare in massa al progetto"

frates

Rispondere all'articolo

 

1 Messaggio


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout