Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > Continui attacchi al corpo di P.M.: si grida ma "non si leggono le (...)

Continui attacchi al corpo di P.M.: si grida ma "non si leggono le carte"

lunedì 15 agosto 2011, di redazione


Grazzanise - Come annunciato qualche tempo fa in un recente comunicato a seguito dell’ultimo Consiglio Comunale nel mese di luglio c.a., ci siamo impegnati nella stesura di un resoconto delle attività svolte dalla Polizia Municipale, più volte oggetto di feroci attacchi da parte dell’Amministrazione svoltista, nel corso di questi ultimi anni.
I dati utilizzati sono prelevati da fonti ufficiali e da un’attenta analisi si deduce che vi è una grossa mole di lavoro a cui deve far fronte un numero ridotto, quasi all’osso, di operatori di polizia municipale.
Negli anni 2008/2009 i vigili urbani, supportati dai cosiddetti “vigilini”, svolsero un elevato numero di multe gestendone la relativa pratica amministrativa. Nel 2010, a causa dello sforamento del patto di stabilità, il Comune non ha potuto continuare il progetto dei vigilini ed è venuto a mancare, ai pochi operatori in servizio, un supporto fondamentale per il regolare svolgimento delle attività.
A questo poi, va aggiunto il sequestro giudiziario dell’autovelox asservito all’impianto semaforico che ha provocato un sensibile abbattimento del rilevamento delle infrazioni ai limiti di velocità. Non è stato possibile bilanciare questa riduzione con l’utilizzo dell’autovelox di proprietà dell’Ente perché lo stesso giace in deposito privo delle necessarie tarature per poterlo utilizzare. Disponiamo di uno strumento che la Funzione di Polizia Municipale non può utilizzare a causa della mancanza di fondi necessari alla taratura dello stesso.
Per rendere più chiaro il lavoro svolto dalla Polizia Municipale basta riportare un piccolo elenco, indicativo e non esaustivo, delle attività svolte dalla Polizia Municipale del Comune di Grazzanise: attività di polizia amministrativa (Pareri TOSAP – occupazione suolo pubblico), attività quotidiana di informazione al pubblico, controlli scolastici quotidiani, attività di polizia Giudiziaria, indagini delegate, polizia mortuaria, autorizzazioni per l’utilizzo dei fuochi pirici, controlli alla fiera settimanale (mercato), polizia edilizia, randagismo, attività combinata con l’Unione dei Comuni, monitoraggio raccolta rifiuti, gestione contenzioso con il giudice di pace, controllo partenze pullman e partecipazione ad attività scolastiche.
Tali attività sono svolte con un totale di 4 unità (1 comandante e 3 operatori). C’è un’evidente sovraccarico di lavoro rispetto al numero di operatori che, in base ad un principio di ragionevolezza, dovrebbero essere incrementati quanto prima per poter garantire un adeguato livello di prestazioni.
A tutto ciò va aggiunto che la frazione Brezza necessita delle stesse attività svolte nel centro e dunque i problemi organizzativi, allo stato dei fatti, si acuiscono.
Da non trascurare che a quanto esposto bisogna addizionare anche una riduzione dei fondi investiti nel periodo 2009/2011 dall’Amministrazione per il servizio di polizia municipale.
Dunque, se da un lato si attacca il corpo di polizia municipale, screditando il ruolo e l’immagine dell’istituzione stessa a cui va il Ns. sostegno, bisogna anche riflettere sulle condizioni in cui si chiede di lavorare ai nostri vigili urbani augurandoci che si possa assistere, al più presto, alla nascita di una nuova stagione in cui la politica locale abbandoni i “personalismi” e i “problemi personali” tornando a ragionare sui problemi concreti della nostra comunità.

Il Gruppo Consiliare “Nuovi Orizzonti

Documenti allegati

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout