Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Cronaca > Autovelox, tutti gli indagati

Autovelox, tutti gli indagati

venerdì 21 ottobre 2011, di redazione


Grazzanise - Come avevamo anticipato nel primo pomeriggio, una raffica di avvisi di garanzia ha investito il comune di Grazzanise. Sono 13 le persone a cui è stato notificato il provvedimento della Procura della Repubblica a chiusura delle indagini sul servizio di rilevazione delle infrazioni di velocità.

I destinatari degli avvisi sono
Parente Enrico, ex sindaco
Tessitore Giuseppe, ex resp. della polizia municipale
Carlino Clemente, ex assessore
Cantiello Mario, ex assessore
Raimondo Salvatore assessore
Gravante Giovanni, ex assessore
Cantiello Alessio, ex assessore
Perillo Giovanna, ex assessore
Di Nardo Alessio, ex resp. dell’area PM
D’Abrosca Antonio, ex resp. dell’area Amministrativa
Iadicicco Pasquale, titolare della ditta Romatek
Parente Mattia, resp. dell’area economico-finanziaria
Petrillo Raffaele, agente di polizia municipale
i quali rientrano a vario titolo nell’inchiesta.

La parte politica degli indagati più i resp.dell’area Pm e dell’area amministrativa sono accusati della stipula del contratto tra il Comune e la Romatek in assenza di una preventiva verifica della pericolosità dei tratti stradali interessati e in assenza di documentazione d’urgenza. Il contratto era congegnato in modo tale, secondo gli inquirenti, da prevedere il pagamento di somme sproporzionato rispetto alla prestazione effettivamente fornita (45% per ogni infrazione). Inoltre non erano accertate le ragioni di convenienza al rinnovo del contratto stesso e non si prevedeva una clausola di revisione periodica del prezzo.

Alla giunta si imputa anche la mancata destinazione del 50% delle somme introitate ad opere di sicurezza stradale.
Un’altra contestazione riguarda l’iscrizione a bilancio preventivo di somme non rispondenti all’effettivo introito da infrazioni.
In più si utilizzavano risultanze fotografiche in maniera automatica senza far eseguire tarature annuali delle apparecchiature, determinando un profitto sia per il Comune che per la ditta affidataria del servizio (agli atti risultano elevate 3377 contestazioni di infrazioni).

Per quanto riguarda il resp. della polizia municipale, gli si contesta l’emissione di verbali sulla base di accertamenti fatti da incaricati della ditta appaltatrice, verbali che erano formalmente carenti in quanto mancavano di varie indicazioni, e della mancata comunicazione al Ministero dei Trasporti dei dati dei conducenti sanzionati per la sottrazione dei punti sulla patente.
Sempre al resp. della PM viene contestato di aver predisposto una determina, la n° 1 del 26.4.2007, per far apparire compiuto l’affidamento dell’incarico al vigile Petrillo Raffaele, circostanza non veritiera perché mai notificata né pubblicata.

Al resp. dell’area finanziaria si imputa il pagamento ripetuto di una fattura.
Al vigile R. Petrillo si contesta l’emissione di verbali attestando con la propria firma digitale di essere presente sul luogo dell’infrazione.
Infine, l’ex sindaco E. Parente, oltre alle responsabilità già descritte, è accusato di minacce verso pubblici ufficiali nell’esercizio delle loro funzioni.

frates

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout