Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Teatro > Il “Teatro delle Folli idee” apre le porte ai più piccoli

Alla ricerca di baby-attori

Il “Teatro delle Folli idee” apre le porte ai più piccoli

mercoledì 28 marzo 2012, di redazione


Grazzanise - Anche i bambini potranno essere reclutati nelle file della compagnia “Teatro delle Folli idee”, che, dopo poco più di 9 mesi dalla fondazione e dopo aver conseguito una lunga serie di successi (sia in paese che fuori), ha deciso di aprire le porte anche ai più piccoli, avvicinandoli ad un’arte per lo più arcana in paese.
Continua su questo versante, quindi, l’opera “riformatrice” di Antonio Nardelli e dei suoi ragazzi, che, sia con l’associazione “Teens’Park Grazzanise” che, da qualche mese, con il “Teatro delle Folli idee”, stanno proponendo al territorio importanti novità all’insegna di un tentativo di crescita ed emancipazione culturale: si pone proprio in questo solco, dunque, la decisione di far salire sulle “tavole” anche i bambini, in modo tale che, tra divertimento ed apprendimento, possano scoprire quest’arte e diventare una futura generazione culturalmente più pronta a questo tipo di esperienze.
L’iniziativa, che partirà dall’inizio di maggio, è rivolta a tutti i bambini dai 6 ai 10 anni (senza distinzione per i comuni di provenienza) e prevede un pacchetto di 3 mesi di lezioni, totalmente gratuite per i primi 20 iscritti, tenute dallo stesso Antonio Nardelli, docente qualificato che si occupa già del corso di teatro per i giovani della compagnia, di cui è anche regista e in alcuni casi (si veda “Coscienze scadute” portato in scena con successo in occasione della “Giornata della memoria”) autore.
Dall’inizio di maggio alla fine di luglio, quindi, una volta a settimana i bambini che si iscriveranno parteciperanno a due ore di lezione, durante le quali, divertendosi, impareranno numerose tecniche teatrali, si appresteranno alla messa in scena di piccole commedie e – perché no? -, vincendo le proprie paure, potrebbero scoprire anche una grande passione.
Non resta che iscriversi, dunque. Ma bisogna fare in fretta: solo i primi 20, infatti, usufruiranno del pacchetto gratuito. Per le iscrizioni, ci si può recare o, il martedì e il giovedì pomeriggio, presso la casa parrocchiale “San Giovanni Battista” in vico San Michele, oppure, il mercoledì e il venerdì dalle 18.30, presso l’Istituto comprensivo “F. Gravante”.

Co. Sta.

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout