Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Cultura > "35 Racconti per immagini": mostra di Giovanni Izzo

"35 Racconti per immagini": mostra di Giovanni Izzo

giovedì 8 maggio 2008, di redazione


Sarà aperta domani venerdì 9 Maggio la mostra "Cronache fotografiche: 35 racconti per immagini" di Giovanni Izzo, organizzata dall’Associazione Culturale Tre Grazie e dalla Biblioteca Civica col patrocinio del Comune di Grazzanise. Le opere, gia ospitate dal centro culturale Malachia di S. Leucio di Caserta, sono esposte presso il circolo polifunzionale degli Anziani in via Roma dove, alle ore 18, ci sarà la presentazione a cura del giornalista Carmine Riola.

Giovanni Izzo è nato a Grazzanise nel ’53. Ha frequentato l’Istituto d’Arte e si è poi diplomato all’Accademia di Belle Arti di Napoli. Per la sua totale immersione nel mondo della fotografia, decisivo l’incontro con Mimmo Iodice di cui è stato allievo, seguendone il prezioso insegnamento ben oltre la durata del corso. Per questa fondamentale esperienza e per altri approfondimenti e confronti artistici e professionali, ha meritato l’approdo alla Biennale di Venezia nel 1978.
Si è affermato di recente al Kodak European Gold Award che ha giudicato le sue immagini in linea con lo standard di eccellenza per il ritratto artistico e creativo. Ha realizzato test sulle pellicole per conto di Kodak. Dal 2002 collabora con Canon-Italia.
Ha ottenuto moltissimi riconoscimenti critici su fondamentali riviste nazionali ed internazionali di fotografia, tra le quali: "Fotografo Professionista", "Progresso Fotografico", "Photo International", "Photographies", "Dove", "Posh".
La sua è una ricerca pura sull’essenza dell’arte e scienza fotografiche. Peppe Alario ha scritto che "Izzo nel lavoro insegue un paradosso: spingere la fotografia, come atto costitutivo, oltre i limiti del mostrare e del raccontare".
Per la sua attività di matrimonialista, Izzo è “tra quei fotografi che hanno contribuito a dare un’entità altamente professionale e creativa alla fotografia di matrimonio” come ha sottolineato Luca Pianigiani; ma è anche "l’artista che trasforma la banalità rituale delle pose da matrimonio in immagini uniche, rese tali da quei toni caldi e sfumati, così particolari, e da inquadrature fuorvianti" come ha sottolineato Fiorenzo Marino. Chiara Coronelli (Photo) ha invece evidenziato come "il ricordo delle nozze non si ferma alle solite inquadrature di rito: il suo è uno sguardo un po’ di sbieco, insofferente dell’ufficialità della cerimonia.......Tutto in un decor che sembra preso in prestito dal set di un film neorealistico".
E’ recente la pubblicazione di un calendario artistico su carta patinata lucida in bianco/nero con scorci delle tre frazioni del borgo medievale di Casertavecchia. Le fotografie sono esposte nel Palazzo dei Vescovi in Casertavecchia.

La cittadinanza è invitata a partecipare. La mostra delle opere dell’artista grazzanisano sarà aperta ai visitatori fino al 18 dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19.

frates

Rispondere all'articolo

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout