Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Storia > Calvi R. nell’ottobre ’43, tra bombe e rastrellamenti

Calvi R. nell’ottobre ’43, tra bombe e rastrellamenti

sabato 28 maggio 2016, di redazione


CALVI RISORTA - Il 4 Giugno si avvicina e finalmente avremo modo di parlare del lavoro che negli ultimi mesi, con l’aiuto di Lorenzo Izzo, appassionato di storia e impegnato da tempo nel recupero della memoria storica locale, abbiamo portato avanti per raccogliere fatti e cronache degli avvenimento dei giorni tra il 18 e il 23 ottobre 1943 a Calvi Risorta. Insieme a Lorenzo abbiamo intervistato chi ha vissuto quei momenti terribili e chi ha memoria di quanto è accaduto.

In quei giorni, tra il bombardamento degli inglesi di stanza sul lato Sud del Volturno e i tedeschi in fuga verso Cassino, tutto l’Agro Caleno ha vissuto uno dei periodi più duri dell’ultimo secolo.

Di tutto questo parleremo Domenica 4 Giugno alle ore 18 in occasione della manifestazione LIBrERiAZIONE, all’interno della Piccola Libreria 80mq, con un incontro in cui Lorenzo ci racconterà quanto riuscito a ricostruire dalle testimonianze raccolte. Inoltre allestiremo una mostra fotografica di quei giorni a Calvi Risorta, con scatti provenienti dal NARA di Washington e dall’Imperial Museum di Londra. Tutto è finalizzato ad un unico obiettivo, che portiamo avanti da diversi anni, cioè raccogliere quante più notizie possibili per riuscire un giorno a farne una pubblicazione che racconti come Calvi Risorta ha affrontato il fascismo, l’occupazione nazista e l’arrivo degli Alleati tra il 1922 e il 1945.

UNA DELLE FOTO DELLA MOSTRA: Il Ponte tra Calvi Risorta e Pignataro Maggiore minato dai tedeschi nell’ottobre del 1943, i quali speravano in questo modo di rallentare l’avanzata alleata.

Per conoscere anche gli altri lavori di Lorenzo, consigliamo la visita de suo blog: www.lorenzoizzo.it

In conclusione alla iornata, dalle ore 21 si esibirà all’esterno della libreria, la storica band napoletana Blue Stuff.

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout