Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Cultura > Capua, 31 dicembre: festa filosofica, tra la preistoria e le nostre (...)

Capua, 31 dicembre: festa filosofica, tra la preistoria e le nostre storie

mercoledì 27 dicembre 2017, di redazione


Capua - Anche durante le vacanze natalizie l’Accademia Palasciania, ovvero «l’accademia meno accademica del mondo», porta avanti l’undicesimo festival-laboratorio palascianiano di scienza, filosofia, poesia, arti varie, gioco e umana armonia "Dal Paleolitico a Palasciania. Undici salti in accelerazione geometrica lungo la storia dell’Homo sapiens sapiens", un’occasione unica di divertimento coniugato alla ricerca filosofica, alla ricerca di nuovi amici e finanche di sé stessi, smarriti o meno in qualche «selva oscura».

E proprio dal «mezzo del cammin di nostra vita», o meglio dal punto mediano dell’avventura umana dal Paleolitico superiore a oggi, trarrà il suo spunto base la puntata n. 2, arricchita da una cena comunitaria in modalità ognuno-porta-qualcosa e sfociante in veglione di Capodanno. Si terrà infatti – come sempre a ingresso gratuito – domenica 31 dicembre, con inizio alle ore 18.57. La sede dell’incontro sarà in Capua; l’ubicazione precisa potrà essere conosciuta dalle persone interessate contattando il 3479575971, oppure anagrammando questo endecasillabo: «Canto inni d’amore, non morrò».

Il titolo della lezione-spettacolo di Marco Palasciano che darà avvio alla serata sarà "Paleolitico supremo. Pitture rupestri delle grotte di Lascaux (circa 17.000 a.C.)"; ma di pitture rupestri si parlerà ben poco, preferendo semmai farne produrre alle persone presenti (sia pure sulla carta e non sulle rupi); dal quale gioco prenderanno il via i tre laboratori interni al festival-laboratorio, come annunciato nella puntata precedente: laboratorio biografico (cosa abbiamo da narrare e in che forma potremmo narrarlo), laboratorio affettivo (l’espressione immediata di emozioni e sentimenti relativi al nostro vissuto), laboratorio teatrale (l’espressione degli stessi mediata da personaggi-simbolo, situazioni allegoriche ecc.). Chiunque potrà partecipare all’uno o all’altro, o anche a tutti e tre insieme, a proprio piacimento.

A mezzanotte, infine, il nuovo anno sarà salutato con un abbraccio collettivo, ad auspicio del prevalere dell’umana armonia, per proseguire ancora con giochi vari. Lungo i mesi a seguire – ricordiamo – sarà possibile inserirsi in qualsiasi momento del percorso, senza necessità di aver seguìto le puntate precedenti; i cui resoconti si troveranno intanto in palasciania.blogspot.it, come pure il programma completo di "Dal Paleolitico a Palasciania".

Co. Sta.

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout