Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Attualità > "Sui nostri corpi si farà il grande faro della Libertà"

"Sui nostri corpi si farà il grande faro della Libertà"

mercoledì 25 aprile 2012, di redazione


In occasione del 25 Aprile riportiamo la lettera di un condannato a morte della Resistenza, Giordano Cavestro (Mirko), di anni 18 - studente di scuola media - nato a Parma il 30 novembre 1925.
Nella sua semplicità essa consegna alle generazioni a venire il testimone della ricostruzione morale della nazione

Parma, 4-5-1944
Cari compagni, ora tocca a noi.
Andiamo a raggiungere gli altri tre gloriosi compagni caduti per la salvezza e la gloria d’Italia.
Voi sapete il compito che vi tocca. Io muoio, ma l’idea vivrà nel futuro, luminosa, grande e bella.
Siamo alla fine di tutti i mali. Questi giorni sono come gli ultimi giorni di vita di un grosso mostro che vuol fare più vittime possibile.
Se vivrete, tocca a voi rifare questa povera Italia che è così bella, che ha un sole così caldo, le mamme così buone e le ragazze così care.
La mia giovinezza è spezzata ma sono sicuro che servirà da esempio.
Sui nostri corpi si farà il grande faro della Libertà.

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout