Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > Confusione, divisione e interessi di parte

Confusione, divisione e interessi di parte

domenica 18 marzo 2012, di redazione


Grazzanise -Nuovi Orizzonti, torna far sentire la propria voce attraverso un manifesto affisso nelle strade di Grazzanise nella mattinata di domenica 18 Marzo 2012. Questo il testo del manifesto:

Cari concittadini, il periodo che viviamo oltre ad essere caratterizzato da una crisi economica con relativa recessione a livello nazionale, è qualificato localmente, dal forte disorientamento in cui vaga l’Amministrazione Comunale, che oltre ad aumentare le TASSE, non riesce ad assicurare al Paese una stabilità di gestione.

Ancora una volta siamo senza un SEGRETARIO COMUNALE

La dr.ssa Carmela Zanni è stata trasferita al Comune di Casal di Principe e conseguentemente siamo nuovamente senza un Segretario a pieno servizio che gestisca tutte le dinamiche interne alla macchina comunale, garantendo legalità, trasparenza e correttezza nell’applicazione delle procedure amministrative.

Siamo di nuovo senza un COMANDANTE DELLA POLIZIA MUNICIPALE

L’Amministrazione Svoltista non è riuscita ancora a garantire al nostro Ente la presenza, in pianta stabile, di un Comandante della Polizia Municipale dopo la conclusione del rapporto con il Com. Dr. Vincenzo Piccolo, al quale vanno i Ns. ringraziamenti per il servizio reso alla comunità grazzanisana. Chiusa la querelle Florio, l’Amministrazione non è in grado di trovare una valida alternativa atta ad assicurare una continuità di gestione del corpo dellaPolizia Municipale con tutte le conseguenze del caso.

MANCA un Responsabile dell’Area Amministrativa.

Questa deficienza ormai cronica, ha comportato per il Comune non solo un decadimento della gestione della macchina amministrativa, ma soprattutto gli squilibri causati dall’ex segretaria comunale Spagna Musso (resp. ad interim), che invece di agire orientando il suo operato alla risoluzione dei problemi si è piegata completamente al “volere” dell’attuale Amministrazione, in continuità con quella passata, senza proferir parola in merito alla regolarità di alcuni atti posti in essere.

CARENZE del Servizio Tecnico.

Non meno rilevante è la condizione in cui versa l’Ufficio Tecnico del Comune. Quest’ultimo, come sappiamo, è il cuore pulsante della macchina comunale, e proprio dall’arch. Malena - responsabile dell’Area Tecnica - è arrivatala richiesta all’Amministrazione di assumere personale nel disperato tentativo di garantire i servizi minimi di manutenzione del patrimonio comunale. Su questo punto, la Giunta, con delibera n° 13 del 20/02/2012, ha cercato di dare una risposta, se non risolutiva, almeno provvisoria al fine di assicurare l’operatività quotidiana, predisponendo l’assunzione di due operatori di categoria “A” a tempo determinato. Fin qui “nulla questio”, se non fosse per la circostanza che proprio l’Assessore alla manutenzione, D’Abrosca Virgilio, ha votato contro tale decisione. Entrando nel merito della delibera, difatti, si nota che su 5 assessori 2 erano assenti mentre D’Abrosca ha votato contro l’acquisizione di prestazioni lavorative per il Servizio Tecnico.
Cosa più grave, a parer nostro, è che il voto contrario è pervenuto proprio dall’assessore al ramo, e cioè quello direttamente interessato al potenziamento delle attività di manutenzione di competenza dell’Ufficio Tecnico. Tale voto contrario, risulta ancor più incomprensibile considerato che l’assunzione di queste due unità potrebbe comportare una riduzione dei costi a carico del Comune, grazie alla consequenziale diminuzione delle prestazioni di ditte esterne, sicuramente più onerose dal punto di vista economico. Non comprendiamo, pertanto, le reali motivazioni di un voto contrario, se non volendole ricercare in ragioni che esulano dall’aspetto politico della vicenda e circoscritte, eventualmente, a logiche di pura lottizzazione.
Infine, ma non per minore importanza, vogliamo evidenziare quanto accaduto in questi giorni e riportato dai quotidiani locali in merito ai sequestri effettuati dai Carabinieri della locale Caserma per sversamento illecito di materiale di risulta da parte di una Ditta che opera nell’ambito dell’appalto indetto dal Comune di Grazzanise, su alcuni terreni, che a detta della stampa, sembrano addirittura essere di proprietà e/o fittati ad un parente di un Amministratore. Ci aspettiamo che il Sindaco intervenga in modo serio e fattivo su questa vicenda, facendo chiarezza su quanto evidenziato.
Questo è il quadro sconfortante della disorganizzazione e disamministrazione della maggioranza consiliare.

Il Gruppo Consiliare “Nuovi Orizzonti”

Rispondere all'articolo

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout