Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > Zinzi a Grazzanise per un sopralluogo alla Casa Cantoniera ma la vede (...)

Zinzi a Grazzanise per un sopralluogo alla Casa Cantoniera ma la vede dall’esterno

lunedì 24 novembre 2014, di redazione


GRAZZANISE - L’idea, accarezzata e perseguita da Federico Conte, primo esponente di Nuovi Orizzonti, è quella di destinare la Casa Cantoniera, ubicata alla periferia del paese, a sede dell’Istituto Tecnico Industriale attualmente ospitato all’ultimo piano della Scuola media “F. Gravante”.
L’edificio, di proprietà del Provveditorato alle Opere Pubbliche della Campania, è da molti anni disabitato, da quando cioè è andato in pensione l’ultimo inquilino-dipendente, il sig. Massaro.
A occhio e croce di tratta di una decina di stanze, su due piani, ovviamente delle dimensioni tipiche di una unità abitativa. C’è incertezza, infatti, sul numero degli ambienti disponibili e sulle condizioni in cui versa l’intera struttura.
Lo stesso Presidente della Provincia, on. Domenico Zinzi, che è giunto a Grazzanise nella tarda mattinata di oggi, 24 novembre 2014, per un sopralluogo, accompagnato dal dott. Parretta, direttore del settore Patrimonio e Provveditorato, non ha potuto fare altro che osservare dall’esterno l’edificio, non disponendo alcuno dei presenti, né gli esponenti provinciali, né i componenti della Commissione straordinaria del Comune successivamente sopraggiunti (dott. Migliorelli e Auricchio), delle chiavi di accesso.
Pertanto un ulteriore sopralluogo, si spera più fruttuoso, è rimandato a data da definirsi.
Intanto la sez. staccata dell’ITIS, rappresentata nell’occasione della vicaria prof. Sferragatta, è costretta ormai in un ambiente insufficiente per le proprie necessità. Sono lontani e dimenticati, ormai, i tempi della celebrazione in pompa magna della convenzione tra l’Amministrazione Parente e la Provincia finalizzata alla costruzione di un edificio ad hoc.
Questa, ancora oggi, a distanza di cinque anni, sarebbe l’unica soluzione al problema dell’Istituto Superiore. Il resto sono solo palliativi.

frates

Rispondere all'articolo

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout