Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > Giungono i soliti attori della politica e i sogni di cambiamento (...)

Giungono i soliti attori della politica e i sogni di cambiamento svaniscono?

Senso Civico sferra un primo grande attacco alla passerella politica che sta iniziando in vista delle elezioni

mercoledì 26 novembre 2014, di Peppe Florio


GRAZZANISE – "Senso Civico" non la manda a dire e saluta con parole dure, affidate ad un comunicato, all’indomani della visita del presidente della Provincia, Domenico Zinzi, tutto il via vai di politici, attuale e potenziale, che si va sviluppando in vista delle elezioni regionali e di quelle amministrative.

Con le elezioni regionali ormai alle porte e quelle amministrative che camminano in parallelo, i politici si fanno rivedere. I protagonisti giungono a Grazzanise per l’ennesima presenza inutile e insignificante, retaggio del modo più retrivo di far politica. Arrivano senza preavviso, spavaldi e senza pudore proponendo la farsa che da anni si recita nel territorio di Grazzanise, che ieri ai padri, e oggi ai figli è servito a contribuire ai personali successi elettorali. Il problema è che essi sono briosamente accolti dai nostri esponenti politici che non si rendono conto del danno che costoro ci arrecano” commentano dal comitato.

E probabilmente lasciandosi alle spalle l’esperienza che lo stesso presidente del comitato, Enrico Petrella, ha avuto nel 2010 in campagna elettorale con Zinzi, o forse proprio partendo dalle numerose critiche che, successivamente, quella partecipazione è costata a lui e al suo gruppo, “Senso civico” sferra un duro attacco: “sciacalli di destra e di sinistra, passando per il centro, prendono i voti e se ne vanno dopo aver promesso aeroporti, filiere bufaline, scuole d’oro, fiumi navigabili, itineranti strutture sanitarie. Quale impegno per lo sviluppo di Grazzanise vorranno assumere questa volta o, forse, come sempre è avvenuto nel passato, vogliono solo “estorcere” voti?

Scontro frontale anche con la commissione straordinaria e, quasi in controrisposta all’autocelebrativo discorso del commissario Giovanni Migliorelli durante la manifestazione sulla legalità, il comitato si chiede: “quale peso e quale attenzione hanno fino ad oggi dato alle problematiche altrettanto essenziali della comunità? Strisce pedonali e viabilità, pubblica illuminazione, cimiteri, servizio bus scolastico, strutture sportive, pensiline e palestre delle scuole, abbandono delle periferie, allagamenti stradali, randagismo, elevata tassazione…

Qualcuno di noi, in questi anni, aveva creduto fermamente nel ruolo di quella politica sana e rispettosa dei diritti dei cittadini, ponendosi in dialogo ed anche in collaborazione “istituzionale”, ma ahime! ha saggiato l’indifferenza più completa alle istanze di questo territorio. Insomma: è ora che la politica si preoccupi del paese e non venga a consumare l’estrema passerella, inutile. La gente di Grazzanise è stufa di vederla qui. Noi rivendichiamo il diritto ai servizi minimi di un paese civile. Quello che da qualche tempo ci hanno rubato. Il protagonismo lo lasciamo agli altri!” chiosano dal comitato, consci, probabilmente, e quindi preparati alla serie di polemiche, di botte e risposte che questo comunicato genererà.

Rispondere all'articolo

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout