Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > La spina Cerchiello punge di nuovo il fianco dell’Amministrazione

La spina Cerchiello punge di nuovo il fianco dell’Amministrazione

giovedì 17 agosto 2017, di redazione


Grazzanise - Stavolta sono il Progetto Estate Ragazzi e le determine dell’Area Amministrativa a finire nel mirino dell’ex presidente del Consiglio Comunale la quale ha rivolto due nuove interrogazioni protocollate ieri 16/8/2017.
Nella prima, inviata al Sindaco, dott. Vito Gravante, al Coordinatore dell’Ufficio di Piano Ambito C8, dot.ssa Francesca Palma, al responsabile dell’Area Amministrativa, arch. Maurizio Malena, e, per conoscenza, al Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, dott. Raffaele Cantone, la dott.ssa Cerchiello chiede se sono state rispettate tutte le ‘prescrizioni’, quali ditte hanno risposto all’indagine di mercato, le motivazioni della disparità di trattamento dei ragazzi di S. Maria la Fossa e di Grazzanise, più scadente e oneroso quello di quest’ultimo, secondo l’interrogante.

La seconda interrogazione, inviata agli stessi destinatari nonché all’ass. alle Politiche Sociali, Gabriella Parente, all’ass. al Bilancio, dott. Giuseppe Raimondo, e all’attenzione della Procura della Repubblica, riguarda le determine n° 195 e 219 del 2017 dell’Area Amministrativa. La Cerchiello chiede se tali determine, a firma dell’arch. Malena, siano state “ritirate e rideterminate” e a quale capitolo di bilancio verrà addebitato l’impegno di spesa per la Summer 2017.

Le suddette interrogazioni prendono spunto da una nota della Coordinatrice dell’Ambito C8, dott.ssa F. Palma, di risposta a una richiesta di parere avanzata dalla stessa consigliera comunale.
Tale nota, detto in breve, considera la delibera n° 66 del 2/8/2017 non rispettosa della programmazione adottata sia per quanto riguarda l’impegno di spesa sia nel parere di regolarità laddove si dice testualmente che “l’iniziativa non comporta alcun onere per l’Ente”.
La stessa nota della dott.ssa Palma si conclude con la richiesta di chiarimenti in ordine alle determine 195 e 219 e alla delibera 66 e sollecita l’emissione del mandato di pagamento di euro 49.525,00 a favore del comune capofila di S. Maria C.V. Infine si addita la “confusione degli atti adottati dal Comune” e la “palese contraddizione tra gli atti e gli impegni assunti in sede di Coordinamento Istituzionale”.

Adesso la palla spetta all’Amministrazione in questa nuova partita di una guerra ormai aperta e senza esclusione di colpi.

frates

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout