Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Politica > Amministrative a Cancello ed Arnone: Emerito vince per ko

Amministrative a Cancello ed Arnone: Emerito vince per ko

martedì 15 aprile 2008, di redazione


Il sindaco uscente, Pasqualino Emerito, ha vinto la sfida con Raffaele Ambrosca. La madre di tutte le sfide ha avuto il suo epilogo in questo pomeriggio del 15 Aprile 2008 quando si sono concluse le operazioni di spoglio dei voti. I cittadini di Cancello ed Arnone hanno dovuto aspettare un giorno in più, per le concomitanti elezioni politiche, in una atmosfera irreale, l’esito di una campagna elettorale condotta su toni molto alti e senza esclusione di colpi.
Erano pochi alla vigilia del voto, gli osservatori che davano Ambrosca soccombente, quasi tutti ritenevano che l’ex sindaco avrebbe avuto vita facile contro l’ex delfino.
Le dimissioni dalla carica di quattro assessori a novembre e quelle di otto consiglieri con in testa il Presidente del Consiglio a Febbraio erano parse altrettante tappe di avvicinamento da parte dell’Avvocato verso la terza sindacatura.
L’esito odierno, perciò, inatteso quanto amaro per la lista n° 2, oltre che inappellabile nelle proporzioni, lascia senza parole.

Per la cronaca la lista di Emerito, "La Svolta", si è imposta con 2267 voti (61,63%) sulla lista di Ambrosca, "Patto per Cancello ed Arnone", che ha avuto 1411 voti (38,36%)

Adesso si spera che le acque si calmino, che le passioni si raffreddino, perché Cancello ed Arnone non ha bisogno di divisioni laceranti ma di operosa concordia. Soprattutto è necessario che si torni a lavorare per affrontare e risolvere i problemi e non per alimentare le contrapposte fazioni.

Il nuovo consiglio comunale comprenderà, oltre ai capilista, Maurizio Di Puorto (235), Agostino Frattasio (230), Luigi Di Benedetto (181), Raffaele Di Tella (148), Rosa Maria Paolella (137), Luigi Massimilla (131), Giovanni Ciaramella (125), Giuseppe Bovenzi (121), Giustino Galasso (120), Massimiliano Della Valle (113), Mario Ambrosca (107), per la lista n°1 e Giuseppe Galasso (138), Aniello Della Valle (134), Domenico Belformato (112), Antonio Ambrosca (109), per la lista n°2.

franco tessitore

Rispondere all'articolo

 

12 Messaggi del forum

  • E’ INIZIATA LA FINE DELLE DITTATURE DEL BASSO VOLTURNO. AVANTI IL PROSSIMO: ORA TOCCA A GRAZZANISE.

    Rispondere al messaggio

    • E’ INIZIATA LA FINE DELLE DITTATURE DEL BASSO VOLTURNO. AVANTI IL PROSSIMO: ORA TOCCA A GRAZZANISE.

      Invece è proprio il contrario, il sindaco uscente, Pasqualino Emerito, Rappresenta la coerenza e la correttezza dell’ellettorato che non è stupido ed è stanco di essere nelle mani delle opposizioni fallimentari!

      In un consiglio comunale una buona opposizione può valere molto più di una ‘DITTATURA’, come la definisci tu caro amico di Grazzanise.

      A mio avviso a Grazzanise, appunto, abbiamo assistito sempre ad opposizioni inesistenti e non a Dittature.

      l’elettore non è stupido e va rispettato sempre!

      Complimenti quindi all’emerito Emerito, simbolo di coerenza e sopratutto di coraggio, caratteristiche che sicuramente non mancano a molti giovani di Grazzanise.

      Rispondere al messaggio

    • Sai solo infangare l’operato di un sindaco che ha difeso il suo territorio in lungo e in largo un uomo stimato in tutta la regione vergognati non sei degno di essere un cittadino di grazzanise..In forum precedenti ho letto che qualcuno si sta gia preoccupando per il 2010 quando il mandato di questo grande uomo finirà, e fa bene a preoccuparsi perche i commissari a vita ci penseranno e poi voglio vrdere le vostre lamentere..WWil sindaco di Grazzanise W Emerito due Grandi Sindaci..

      Rispondere al messaggio

      • Vorrei solo ricordare che il Grande Enrico Parente la prima volta su due liste che erano presenti alla competizione elettorale ha vinto per 1.200 voti di scarto la seconda volta su 4 liste ha vinto di 980 voti sulla seconda 1002 voti sulla terza e ha cancella to la 4...e la e nella seconda tornata elettorale ha preso 800 voti di lista questo sta ha significare che la gente lo vuole e se ci fosse il terzo mandato vincerebbe di nuovo...Augri al dr Emerito grande amico e stimatore del nostro paese e del nostro Grande Sindaco..

        Rispondere al messaggio

      • Non dire scemenze, ma se lo conoscono in tutta Italia e non solo per Matrix.

        Ricordati del lancio della fascia e della monnezza sparsa per le strade cittadine dalla moglie & c e delle offese per megafono e delle liti in piazza e delle offese ai carabinieri, alla polizia di stato, ai quei poveri vigili urbani, agli operatori ecologici, alla commissaria del Consorzio, ecc. ecc. ecc.

        La verità e che in tutta la Regione Campania non lo vuole vedere più nessuno, perchè il suo biglietto da visita è l’arroganza, la prepotenza e la minaccia della Procura della Repubblica.

        Qundo non sarà più nessuno, nessuno più lo ricorderà.

        I grandi uomini hanno fatto la storia, questo piccolo uomo ha fatto il vuoto.

        E’ vero, mi devo vergognare di essere cittadino di Grazzanise, ma per l’immagine negativa che è stata data al paese dal tuo "grande uomo".

        RAVVEDITI, sei ancora in tempo.

        Rispondere al messaggio

    • SApete solo infangare un giusto operato vergognatevi, W Il Sindaco Parente

      Rispondere al messaggio

  • Sono molto contento della vittoria di Pasqualino Emerito, non conosco personalmente il Sindaco perchè sono di Grazanise, sono contento perchè ha avuto il pugno duro e non è stato un burattino nelle mani di un burattinaio che in questo caso era Ambrosca quando quest’ultimo ha visto che il suo ex delfino non rispondeva più ai suoi comandi lo ha fatto cadere...ed il risultato si è visto Cancello ed Arnone ha premiato l’operato che il suo attuale e giovane sindaco stava facendo e gli ha dato ancora fiduca con una percentuale che dice tutto perchè il 61% è proprio una valanga...In bocca al lupo Sindaco Emerito e Buon Lavoro e spero che continui sempre la stima e l’amicizia che lo lega al NOstro Sindaco Parente e al Nostro paese Grazzanise..

    Rispondere al messaggio

    • Vorrei rispondere a chi ha attaccato il blogger che ha correttamente parlato di una FINE delle dittature nel Basso Volturno, con la vittoria democratica del Sindaco Emerito. Perchè non leggete bene? di certo il comportamento di Ambrosca prefigurava una mentalità tipicamente dittatoriale... Io sono il Dio e al di fuori di me nessun altro può diventarlo.. La vittoria del Sindaco Emerito dà speranza che la democrazia esiste e prevale ogni qual volta, il cittadino prende piena coscienza dell’importanza del voto e della necessità di non svendere e/o vendere uno strumento fondamentale di decisione e partecipazione alla vita delle nostre comunità. Se solo questo elementare principio entrasse nella mente di tutti, i nostri bei paesi sarebbero un tantino più progrediti e nell’interesse di tutti i cittadini, non solo di una parte... Comunque vivissimi auguri al dr. Emerito, che ho avuto il piacere di conoscere ancor prima che diventasse per la prima volta sindaco di cancello ed arnone, una persona perbene, temperata, preparata, semplice, ma, soprattutto con una gran desiderio nel cuore, di amministrare per il bene di tutti i suoi cittadini.

      Rispondere al messaggio

      • Sono DAccordo che Ambrosca dirigeva e dopo di lui non ci poteva stare più nessuno ma non vedo neanche giusto attaccare un Sindaco quale Enrico Parente che ha difeso il suo Paese da tanti problemi e tante situazioni e sono dacordo con che come me la pensa in questo modo...e penso che nessun’altra persona ONESTA POTRA’ GOVERNARE IN MODO ONESTO E LEALE QUESTO PAESE... Auguri al dr. Emerito.

        Rispondere al messaggio

  • Auguri a Pasqualino Emerito, esempio di coerenza e di fermezza nell’intraprendere un azione amministrativa che nonostante i classici giochi sottobanco lo avevano "rovesciato". Sia per la coerenza di appartenenza politica che per l’azione amministrativa non si può dire lo stesso del Dottore Parente sindaco di Grazzanise per il quale vale la sola regola del Vengo per prima io, poi io ed infine solo io.

    Rispondere al messaggio

    • In questi giorni sulle mura del paese è apparso un manifesto che sintetizza in modo semplice e leale la storia politica e amministrativa degli ultimi anni.

      Capisco quanti per spirito partigiano (o d’interesse)continuano a lodare le imprese del sindaco Parente. Ma bisogna stare con i piedi per terra e rendersi conto che ormai le azioni del sindaco di Grazzanise si riducono alle liti e alle denunce pretestuose contro chiunque non è d’accordo con lui. Un politico che usa la denuncia penale come mezzo d’intimidazione nei confronti degli altri non è un politico, ma un attaccabrighe qualunque.

      No so se ha fatto qualcosa di bene per il paese in circa otto anni d’amministrazione. Tracce evidenti non se ne vedono, ma ricordo il gesto del lancio della fascia che ha fatto il giro d’Italia e che offende la dignità dei Grazzanisani.

      E per la monnezza non ha risolto nulla.

      Per finire, per vedere quanto elttoralmente e politicamente vale, basta contare i voti che ha preso lui e i suoi fedelissimi (?) alle ultime elezioni politiche con LA DESTRA. SONO D’ACCORDO CON ENRICO CAIANIELLO. E’ TEMPO DI CAMBIARE.

      Rispondere al messaggio


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout