Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Cronaca > Rifiuti: passaggio di cantiere e allarme della Flaica uniti (...)

Rifiuti: passaggio di cantiere e allarme della Flaica uniti C.U.B

lunedì 16 novembre 2015, di redazione


Grazzanise - Capua - La Flaica uniti C.U.B., in vista dell’incombente passaggio di cantiere che segue l’aggiudicazione definitiva della gara di appalto alla ditta Ecologia Falzarano S.r.L., per l’affidamento di 7 anni del servizio di igiene urbana per i comuni associati di Capua, Grazzanise e S. Maria la Fossa, con la presente chiede un immediato incontro preliminare al Comune di Capua ed al Comune di Grazzanise quale Ente Capofila della Convezione stipulata in data 13 gennaio 2014, utile alla disamina di osservazioni sollevate dalla scrivente sul capitolato speciale di appalto, già contestato formalmente all’atto della pubblicazione.

Da una attenta analisi si evince che il Comune di Capua non abbia tenuto conto degli 11 operai reintegrati sul cantiere di Capua dal Giudice del Lavoro del Tribunale di S. Maria C. V. nell’anno 2012, prevedendo esclusivamente le 40 unità che furono oggetto del passaggio di cantiere tra il Consorzio Unico di Bacino e la Ecological Service nel 2009, affermando nella Delibera N° 82 del 24/06/2014 che gli addetti in esubero sono stati impiegati dall’azienda per servizi aggiuntivi a seguito di contratto di solidarietà ignorando l’accordo sindacale del 30 settembre 2013, del quale conserviamo copia, sottoscritto congiuntamente dalle organizzazioni sindacali, dal Comune di Capua e dall’azienda che invece prevedeva la sottoscrizione di un accordo di solidarietà per il riconoscimento delle unità in esubero da parte dell’ente con una irrisoria aggiunta economica da parte dello stesso, inoltre sono stati ignorati i diversi passaggi di gestione che si sono succeduti in seguito all’affidamento temporaneo semestrale con Determina N° 420 del 13/06/2014, nella quale veniva raffigurato un elenco del personale con livelli d’inquadramento differenti da quelli successivamente pubblicati negli atti di gara.

Appare palese che non sia stato osservato il percorso storico dei lavoratori, ma ancor più delittuoso e in malafede la previsione a priori dell’assunzione del personale in forma ridotta a norma dell’art. 7 del C.C.N.L. di categoria, così come dettato dall’articolo n° 38 del Capitolato Speciale di Appalto contenuto negli atti di gara in quanto il citato articolo è una prerogativa aziendale utilizzabile esclusivamente per i comprovati stati di crisi, a tal proposito la O.S. evidenzia che nei 4 anni precedenti la pubblicazione della gara settennale, il canone di affidamento corrisposto alle aziende sopra riportate, non abbia subito aumenti, conseguendo, attraverso gli accordi sopra menzionati, l’occupazio ne di tutte le unità presenti sul cantiere e conservando invariata l’attuale pianta organica, mentre nella relazione tecnica economica contenuta negli atti di gara è previsto un importante aumento del costo del servizio a carico del Comune di Capua.

In conclusione la Flaica CUB rappresenta che i passaggi di gestione dei servizi di Igiene Ambientale tra aziende dello stesso settore sono regolamentati dall’ art. 6 del C.C.N.L. di categoria Fise/Assoambiente e dalle tutele dei livelli occupazionali prevista dall’ art. 202 comma 6 del D.lgs. 152/2006, nonché dall’art. 2112 del Codice Civile. Pertanto, sulla scorta di quanto sopra descritto, si richiede un immediato ed urgente intervento di verifica sull’intera procedura di gara, allo scopo di evitare futuri contenziosi con i partecipanti e trascinamenti per l’azienda aggiudicatrice considerando anche i riflessi negativi sui livelli occupazionali nonostante le tutele previste dal CCNL e dalla legge, nonché un aumento della tassa dei rifiuti che inevitabilmente graverebbe sull’utenza capuana.

La O.S. diffida i Comuni in indirizzo al prosieguo di ogni attività utile al trasferimento di personale, preavvisando che in assenza di un celere riscontro seguiranno incisive proteste sindacali.

Co. Sta.

Rispondere all'articolo

 


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout