Grazzanise oggi  Numeri utili  I nostri Caduti  Ris. elettorali  Sport 2017/18  Trasporti  Differenziata  | Meteo |

Grazzanise on Line

Home page > Opinioni > Si aprono le danze (salvo imprevisti vari!)

Si aprono le danze (salvo imprevisti vari!)

sabato 30 gennaio 2010, di Giuseppe Tallino


Il dialogo? Non un dono da elargire ai gentili, ma un diritto che deve essere offerto a chi è disposto a crescere con il confronto.
Auspicabile se la nuova generazione votasse in modo maturo, cosciente e autonomo, eppure tastando con mano l’ambiente civile si scorge semplicemente un fortissimo regresso politico.

L’attuale sindaco a quanto pare è riuscito a convincere anche i dissidenti, eccetto il camaleontico verde Clemente Carlino e l’ex An Perillo (forse in procinto di presentare una lista Brezza). Ha riunito tutti in nome del nuovo candidato, Pietro Parente. Un giovane che sinceramente potrebbe meritare, a prescindere dalla sua gens, questo ruolo molto più di altri che si affannano ad arrampicarsi sulla poltrona, privi di capacità ed emancipazione. Se non si rivelerà un bluff sarà una scelta coraggiosa ma allo stesso tempo sfrontata.
  Coraggiosa perché il Dott. Enrico pone a capo di un’amministrazione un ragazzo capace dal punto di visto accademico ma privo di militanza partitica.
  Sfrontata perché è il figlio. E’ il ponte pericolante che lega il nuovo al vecchio. Facendo uno sforzo e non considerando l’innegabile continuità sanguigna, che potrebbe essere oscurata (in caso di vittoria) da un suo futuro operato buono, potrebbe rivelarsi un primo cittadino discreto se riuscisse ad assicurarsi autonomia amministrativa dall’imponente figura paterna.

Sull’altro fronte: la scossa. Se poco tempo fa si assisteva solo al chiacchiericcio di poche signorine che litigavano per avere più inquadrature, adesso invece pare che lo spirito santo sia sceso sulle loro teste offrendo l’imperversa soluzione: Federico Conte. Un personaggio nuovo ma non inesperto, emancipato, propositivo a condurre la virata definitiva dal precedente sistema feudale.
Detto molto schiettamente: il giusto avversario da contrapporre all’ereditiere Pietro Parente.

Tramontato il sogno della lista partitica pare ufficiale che il Pdl negli ultimi giorni ha cambiato coordinatore puntando sulla figura di un altro ex alleanzino Enrico Caianiello (inizialmente era stato scelto Antonio Raimondo) sosterrà con vigore una civica rappresentata proprio dall’ingegnere Conte.
Se non dovessero presentarsi altri colpi di scena, gruppo An, Marcelliani, ex Liberazione Democratica ed Alessio Cantiello si ritroveranno a marzo fraternamente a combattere per le amministrative.
Non lo si esterna ufficialmente ma per completare il quadro si percepisce il desiderio di ricevere un’altra adesione al progetto Conte: quella di Raffaele Pezzera.

Analizzati questi due blocchi restano ancora due pedine politiche: Giuseppe Raimondo, che ha già avviato il progetto Grazzanise Libera, munito dell’appoggio (forse blando?) di Paolo Parente, e Domenico D’Elena, con i suoi Campi Stellati, depredati dal ritiro della candidatura di Mezzero. Come agiranno? Consci della loro non eccessiva sostanzialità numerica chiederanno ospitalità? Continueranno imperterriti nel loro coraggioso percorso o deciderano di rinunciare alla corsa elettorale?

Altro scoglio da superare è rappresentato dalle provinciali. Se il socialista Raimondo pare convinto di continuare a gareggiare su entrambi i fronti, nel centro destra tutto tace causa la scelta di non decidere delle alte sfere PDL.

A quanto pare il tepore che si respirava fino a qualche settima fa sta lentamente lasciando spazio alla frenesia pre-elettorale. Era ora!

Giuseppe Tallino

Rispondere all'articolo

 

13 Messaggi del forum

  • Si aprono le danze (salvo imprevisti vari!)

    30 gennaio 2010 22:25, di g.r.
    si è capito che grazzanise ha solo tre politici di razza e con la p maiuscola:giuseppe raimondo,il sindaco e marcello vaio.proprio vaio quello che sta costruendo la lista a propria immagine,colui che si sta giocando in un colpo soloantonio d’abrosca,il dottore gravante e an. s sta costruendo la lista in cui in caso di sconfitta(certa) lui comunque sarà il primo eletto e comunque sarà consigliere comunale,anche perchè la lista con ch sarà completata? Poi c’è raimondo con grazzanise libera che si sta muovendo,ma viene frenata dall’attegiamento del egretario pd,oche oramai ha dimostrato di non avere appeal ne essere in grado di costruire una leadership. I nomi che circolano a seguito di raimondo sono buoni e ottimi raccoglitori di preferenze.pezzera seguirà conte o vorrà sedere in consiglio e opterà per raimondo al quale è molto vicino e che di certo non gli ha fatto fare figuacce facendo saltare l’accordo su gigetto raimondo.

    Rispondere al messaggio

    • Si aprono le danze (salvo imprevisti vari!) 31 gennaio 2010 18:06, di cmq
      COME AL SOLITO!NEL NOSTRO PAESE NESSUNO E RIPETO NESSUNO SI INFORMA DELLE "COSE DELLA POLITICA". MA" TUTTI" VIVIAMO DEL GOSSIP SENZA NESSUNA INFORMAZIONE CERTA.E SOPRATTUTTO LA POLITICA LA SI VIVE DA TIFOSI. N1- CREDO CHE IL VERO POLITICO DI RAZZA SIA CHI, IN UNA COMPETIZIONE COME LE COMUNALI, SIA CAPACE DI INDIVIDUARE IL CANDIDATO IDEALE PER LA VITTORIA.FACILE AUTO CANDIDARSI,ANCHE SE LEGGITTIMO. N2.FEDERICO CONTE E’ STATO SCELTO DAL VAIO?NON MI RISULTA(MI SONO INFORMATO) N3.LASCIAMO LIBERO IL PEZZERA DI SCHIERARSI CON CHI VUOLE E’UN SUO SACROSANTO DIRITTO. N4 PIETRO PARENTE......PECCATO CHE LA SUA CANDIDATURA SIA STATA DECISA DAL PADRE PERCHE’ PIETRO E’ UN RAGAZZO CHE MERITA MA TUTTI HANNO IL LECITO SOSPETTO CHE POI,IN CASO DI VITTORIA, POSSA ESSERE UNA PEDINA NELE MANI DELL’ ATTUALE SINDACO. IN FINE SPERO CHE LA CAMPAGNA ELETTORALE SI SVOLGA IN MANIERA CORRETTA E SENZA ECCESSIVE TENSIONI.E BUON LAVORO AL NUOVO SINDACO.

      Rispondere al messaggio

      • Si aprono le danze (salvo imprevisti vari!) 31 gennaio 2010 20:31, di g.r.
        vaio da scaltro ed esperto politico(a livello locale) ha fatto fare il nome di un suo uomo a quelli di alleanza nazionale,sapendo che sul suo nome c’era un veto da parte degli stessi.allora come dire di no a conte con la certezza dei suoi voti? Sullo stesso nome c’è la convergenza di tutti?non credo,anche io mi sono informato.ma quella della non convergenza su un nome nuovo e conseguenza del fallimento dell’azione del coordinamento della pdl dato che aveva tanti papabili sindaci. Il dott.parente vincerà di nuovo con il figlio candidato e dimostrerà anche chi è il pdl a grazzanise:caianiello o lui.in fine vorrei dire che è vero l’autore dell’articolo dovrebbe informarsi e bene

        Rispondere al messaggio

        • Si aprono le danze (salvo imprevisti vari!) 31 gennaio 2010 23:30, di cmq
          IL BELLO DELLA POLITICA E CHE LA SI RACCONTA COME SI VUOLE.CMQ NESSUN PROBLEMA

          Rispondere al messaggio

          • Si aprono le danze (salvo imprevisti vari!) 2 febbraio 2010 09:27, di c.c.
            IL NARRATORE,IL ROMANZIERE,N GIORNALISTA NON DOVREBBE ESSERE UN TIFOSO E DI PARTE COME IN QUESTO CASO PERCHÈ LE DANZE LE HA APERTE TEMPO FA D’ELENA E POIRAIMONDO,COSA È QUESTA AGGREGAZIONE? IL GIORNALISTA DOVREBBE ACCERTARSI DI UNA NOTIZIA NON LIMITARSI ALLE CHIACCHIERE,ALTRIMENTI SI TRASFORMA IN UNA TRAFANA, LO STESSO GIORNALISTA NON DOVREBBE ERGERSI AD IDEOLOGO,DISPENSATORE DI CONSIGLI NO NE HA LA CARATURA NE LA CONOSCENZA DEI FATTI.FERMO RESTANDO IL SUO DIRITTO DI ESPRIMERSI. ENTRANDO NEL MERITO DELLE ELEZONI? PER ME CI VORREBBE UN UOMO CON ESPERIENZA AMMINISTRATIVA,NON UN CONTE CHE MOSTRA IL FALLIMENTO DEI VAIO,CHE GONGOLA,DI D’ABROSCA IL TRADITO DA UNA PARTE DEL PDL,GRAVANTE QUELLO CHE SI CREDE DI ESSER PIÙ FURBO DI TUTTI,POI SI CERCA L’AIUTO DI PEZZERA DI CUI NON SI CONOSCONO INTERVNTI PROPOSITIVI E VALIDI IN CONSIGLIO COMUNALE,DI PARENTE CARLO IDEM.MA COME POTRANNO AMMINISTRARE?

            Rispondere al messaggio

            • Si aprono le danze (salvo imprevisti vari!) 2 febbraio 2010 11:36, di cmq
              sono gli uomini d’esperienza che nn hanno mai fatto nulla per far progredire il nostro paese.e’ sotto gli occhi di tutti!!!!!quindi spero che tra cinque anni tutti i candidati a sindaco siano giovani senza esperienza ma con tanta voglia di fare!!!!!!

              Rispondere al messaggio

              • Si aprono le danze (salvo imprevisti vari!) 3 febbraio 2010 11:11, di g.r.
                MA DOVE È FINITA LA COALIZIONE CHE VEDEVA LA COALIZIONE ED IMMAGINATA DA TALLINO NELL’ARTICOLO?ALLORA PARLAVA DA TIFOSO ED INESPERTO?DAVVERO PENSAVA CHE SI FACESSE IL GIOCO DI VAIO E DELLA PDL CHE AVEVANO PROMESSO A D’ABROSCA LA SINDACATURA E POI L’HAN BUTTATO A MARE?MA DAVVERO PENSAVANO CHE D’ABROSCA AVESSE ROTTO ANCHE UMANAMENTE CON IL ROSSO E NON AVESSE LA FORZA DI REAGIRE.D’ABROSCA È UNA PERSONA PER BENE E DI GRANDE UMANITÀ. MA DAVVERO SI PENSAVA CHE I RAGAZZI SOS FOSSERO SPROVVEDUTI? DAVVERO SI PENSAVA CHE IL ROSSO SI SAREBBE FATTO METTERE NELL’ANGOLO ENON AVREBBE FATTO SCOPRIRE LE CARTE A VAIO E AN? IL ROSSO È SEMPLICEMENTE USCITO PIÙ FORTE PERCHÈ HA RECUPERATO E HA APERTO GLI OCCHI A D’ABROSCA,ANTONIO È UNA PERSONA PER BENE,DI STASIO SI SPERA SIA MATURATO E CHE ABBIA CAPITO QUALE È LA STRADA E L’SOS DEVONO CAPIRE CHE DEBBONO FARE ESPERIENZA.A QUANTO PARE VAIO È LA SECONDA GRANDE COALIZIONE CHE FA SALTARE

                Rispondere al messaggio

                • Si aprono le danze (salvo imprevisti vari!) 3 febbraio 2010 13:02, di c.c.
                  E’ vero, il tavolo è andato all’aria a Grazzanise non si parla di altro. Vaio si è tirato fuori svelando le sue vere intenzioni, e la parte AN-PDL, dellsa quale non si conosce la consistenza e in cerca disperatamente di un leader son fuori dalle decisioni. dal mio punto di vista bisognerà vedere quando D’Abrosca che è stato solo preso in giro ed usato (da quel che si dice) avrà lo scatto d’orgoglio che farà peronare la causa di raimondo dalla quale era partito un pò di anni fa (e che per il paese dicano che sia la sua naturale collocazione) anche per dimostrare che lui ha una dignità politica e sa mantenere i rapporti. e quando enrico petrella accetterà che l’esperienza serve. comunque dico che l’unica lista certa che si contrapporrà al sindaco sarà quella capeggiata da raimondo o da un uomo da lui indicato.

                  Rispondere al messaggio

  • Si aprono le danze (salvo imprevisti vari!)

    3 febbraio 2010 15:37, di Paolo Turco
    E’ stupefacente notare come, in prossimità delle elezioni, si sveglino tutti gli esperti, i sapienti, gli attivisti e gli strateghi politici !!! Sia chiaro, nulla vieta di commentare, discutere, criticare o tifare per qualcuno; siamo in DEMOCRAZIA. E’ singolare però una cosa: tutti si avocano il diritto di parlare, e contestualmente TUTTI ( salvo rare eccezioni ) si nascondono nell’ ANONIMATO !!! Troppo facile e troppo bello callunniare, sparlare, seminare zizzanie alle spalle delle persone. UNO, e dico UNO SOLTANTO che abbia le " PALLE " di firmare i propri interventi esiste ??? O forse chi è tanto bravo a parlare degli altri non può mostrare il proprio volto ??? Chi ha da nascondere qualcosa, a mio avviso, è soltanto un vigliacco, e in quanto tale farebbe bene a TACERE.

    Rispondere al messaggio

    • Si aprono le danze (salvo imprevisti vari!) 3 febbraio 2010 15:59, di Luigi Pezzera
      Hai ragione Paolo! E’ inutile aggiungere commenti agli articoli nascondendosi dietro l’anonimato di mezze firme e pseudonimi! Nel merito tutti sono liberi di affermare e di commentare ciò che vogliono, ma è indispensabile farlo mettendoci la faccia! Luigi

      Rispondere al messaggio

      • Si aprono le danze (salvo imprevisti vari!) 3 febbraio 2010 16:51, di Tommaso d’Abrosca
        Pienamente concorde con Paolo e Luigi. Tommaso

        Rispondere al messaggio

        • Si aprono le danze (salvo imprevisti vari!) 3 febbraio 2010 20:21, di g.r.
          Non sono anonimo, ho effettuato una registrazione. Criticabile è l’articolo in primo luogo perchè si è data per fatta una cosa che era nata sull’nulla, anzi su una mancata frattura all’interno della costola del PDL che non fa capo al sindaco,e già questa la dice lunga sulla nascita di questa coalizione, se non si gestisce una cosa più grande è meglio lasciar perdere se non si è certi del risultato, si rischia di far una brutta figura e di perder pezzi (come è avvenuto con Antonio D’Abrosca al quale era stata promessa la candidatura a sindaco dalla parte di AN). Ora a Paolo vorrei chiedere dove è il simbolo che tanto avete sbandierato, non eravate voi ex alleanzini che volevate la lista d’area?Forse anche a voi qualche poltrona non dispiace quando si arriva al dunque.Nel PDL un leader c’è ed è Vaio, l’unico in grado di costituire una lista senza la parte di AN, e voi ora senza D’Abrosca che farete?..........

          Rispondere al messaggio


Monitorare l'attività del sito RSS 2.0 | Mappa del sito | Area riservata | SPIP | modello di layout